mostre — 17/09/2016 at 8:20 am

LA FONDAZIONE ALDO MORELATO PATROCINA LA MOSTRA “WATER TANKS IN NEW YORK”

by

colognese_udine-2016

Un altro importante appuntamento coinvolge la Fondazione Aldo Morelato: il patrocinio di “Water tanks in New York”, mostra fotografica di Gianmaria Colognese a Udine presso il centro Visionario dal 16 settembre al 16 ottobre 2016. La collaborazione tra l’artista veronese e la Fondazione nasce nel 1990 con la progettazione di due opere oggi esposte presso il MAAM (il Museo delle Arti Applicate nel Mobile) a Villa Dionisi. Nel 2014 la sinergia si intensifica grazie alla personale di Colognese, Bauhaus, una raccolta di varie opere realizzate in legno, vetro, acciaio e ceramica, allestita presso Palazzo Taidelli a Sanguinetto (VR), lo showroom dell’azienda Morelato.

L’artista poliedrico, che ama spaziare dall’arte all’architettura passando per il design, in “Water tanks in New York” esplora la dimensione della fotografia. Colognese infatti ha immortalato i serbatoi d’acqua posizionati sulla sommità dei tetti della “Grande Mela”. Oggetti molto ingombranti che tuttavia tendono a sfuggire allo sguardo e che vengono quindi rivisitati in una chiave di lettura del tutto originale, “quasi fosse diventata un’ossessione […] – sostiene Bruno Bandini, curatore della mostra – perché quelle immagini sono una sorta di risarcimento nei confronti di quello che non siamo abituati ad osservare: guardiamo ma non vediamo. E in quella città inventata e fascinosa è fin troppo facile, quasi scontato, subire la vertigine delle apparenze.

Questo patrocinio conferma la Fondazione Aldo Morelato promotrice di progetti, attività ed eventi culturali legati al territorio veronese, dove Gianmaria Colognese è nato e lavora.

L’esposizione è aperta al pubblico dal 16 settembre al 16 ottobre 2016 (vernissage venerdì 16 settembre alle ore 18,00) e allestita presso il centro per le arti visive Visionario di Udine in via Fabio Asquini 33, all’interno della Mediateca Mario Quargnolo.

Number of View :493

Comments are closed.