architettura — 01/01/2017 at 6:17 pm

Concorso di architettura Grang Prix – Il terzo premio nella sezione “Centri Commerciali e Direzionali”

by

Il terzo premio nella sezione “Centri Commerciali e Direzionali” del concorso di architettura Grang Prix è stato assegnato a:

Anthony Orelowitz – Vivien Yun
Amir Livneh
Paragon Architects
115 West Street Johannesburg (South Africa)

Motivazioni della Giuria:
L’edificio si caratterizza per la vivacità e la dinamica dei volumi interni, cui si contrappone la sobria e silenziosa presenza del materiale ceramico scelto per rivestire le superfici orizzontali a tutti i livelli.
Interrotta soltanto da misurati inserti bianchi, la pavimentazione monocromatica si sviluppa con coerenza in costante dialogo con il disegno dinamico della controsoffittatura, le luci, gli allestimenti, le aree verdi, assumendo il ruolo di elemento ordinatore del progetto.
La finitura materica delle lastre in grès porcellanato si contrappone al nitore e alle trasparenze delle superfici vetrate, dando sostanza e radicamento alla composizione.


IL PROGETTO:
115 West Street
La realizzazione del complesso direzionale 115 West Street, nuova sede della Alexander Forbes, società di servizi finanziari a Johannesburg, in Sud Africa, scaturisce dalla necessità della committenza di potenziare le strutture organizzative del gruppo per migliorare l’utilizzo dello spazio di lavoro di circa 2500 dipendenti. In termini operativi, questo implicava l’esigenza di modernizzare le attività e aggiornare i servizi con tecniche all’avanguardia, offrendo al contempo grande flessibilità e massima sicurezza.
La progettazione del nuovo edificio, affidata a Anthony Orelowitz, Vivien Yun e Amir Livneh dello studio Paragon Architects, prende spunto dal difficile orientamento nord-ovest dell’area interessata dall’intervento (ricordando la posizione nell’emisfero australe) e dalla necessità di aderire alla nuova legislazione energetica del Sud Africa.
Articolato in due corpi di fabbrica paralleli, collegati da una grande hall a tutta altezza, il complesso direzionale si caratterizza per i fronti esterni orientati a sud e a nord contraddistinti da facciate continue con vetrate ad alte prestazioni termiche protette da un sistema di lamelle frangisole, mentre i prospetti est e ovest sono contrassegnati da rivestimenti in lamiera di zinco con aggraffatura verticale, materiale che nel corso del tempo si ossida, diventando di un pregevole colore blu grigio.


Internamente, i due blocchi si affacciano sul volume centrale dove è organizzata la distribuzione ai vari livelli: al piano terra si trovano gli atri di ingresso, attrezzati a verde, mentre un sistema di passarelle aeree, appese alla struttura del tetto mediante tiranti in acciaio, garantisce i collegamenti in quota tra gli uffici.
L’apporto di luce naturale all’interno dell’edificio è garantita da dodici lucernari di grandi dimensioni (8,4 metri di diametro) a forma di cono sagomato, che “galleggiano” sullo spazio centrale come nuvole e sporgono in copertura.
In questo luogo nevralgico di connessione, la pavimentazione ceramica si sviluppa con coerenza relazionandosi continuamente con il disegno dinamico delle passerelle, dei controsoffitti, delle luci, degli allestimenti e delle aree verdi, assumendo il ruolo di elemento ordinatore dell’ambiente. La superficie materica monocromatica e opaca del grès porcellanato fa da contrappunto alla lucentezza e alle trasparenze delle pareti vetrate.
Il progetto riguarda essenzialmente un edificio per uffici, ma include una vasta gamma di strutture per il personale tra cui un asilo nido, una palestra, sei livelli di parcheggio, una sala fumatori (per cui è stata necessaria una ventilazione separata in conformità alle normative vigenti) sale di preghiera, musulmane e interconfessionali; un salone di bellezza, studio medico con fisioterapia, auditorium da 200 posti, sale riunioni audio-visive all’avanguardia, una sala polivalente; sale per formazione personale, una cucina completa, mensa, caffetteria, bar e cantina. Gli ambienti di lavoro comprendono ampie zone di relax qualificate da un accurato progetto cromatico. Le aree esterne sono piantumate con alberi autoctoni a basso consumo d’acqua.
Accreditato con un rating 4 stelle Green Star Design V1, il progetto ha accuratamente considerato l’aspetto energetico: l’edificio dispone, tra l’altro, di un sistema di riscaldamento passivo, sistemi di raffreddamento con ventilconvettore e sistemi per il riciclo delle acque grigie, riutilizzate per l’irrigazione delle piante e la pulizia bagni.

Materiali ceramici
Granitogres
collezione Pietre Rare, Monviso, 60×120 e 10×120 cm;
collezione Unicolore, Bianco assoluto, 10×120 cm
Superfici
13.000 mq; bocciardato R12 A+B+C, naturale R9, levigato

Progetto ceramico
Le pavimentazioni di tutte le aree pedonali pubbliche, degli atri e delle zone di ingresso al centro direzionale, la mensa e il bar, nonché le passerelle in quota che collegano gli uffici, la scala a chiocciola e le aree di sosta e relax a tutti i piani sono state realizzate con lastre di grandi dimensioni in grès porcellanato linea Granitogres, collezione Pietre Rare, colore Monviso, formato 60×120 e 10×120 cm, con finitura antiscivolo, posate a tutto ambiente sfalsando gli allineamenti ogni terza e quinta fascia con listelli dello stesso materiale intervallato da inserti in Unicolore, Bianco assoluto con finitura levigata in contrappunto con le luci e il disegno dinamico della controsoffittatura.
Nata da una ricerca estetica in costante evoluzione, questa linea di prodotti in grès porcellanato completamente non smaltato ad alta valenza tecnologica si caratterizza per le notevoli proprietà qualitative e le elevate prestazioni tecniche che ne favoriscono l’impiego in luoghi di grande transito, soggetti a forte stress fisico-chimico. Disponibile in un’ampia gamma cromatica e in diverse finiture superficiali (naturale, satinata, bocciardata, levigata), pure con caratteristiche antiscivolo, assicura ottimi risultati applicata sia in interni che all’esterno, grazie anche all’estrema semplicità di posa in opera e alla massima facilità di manutenzione.

Number of View :388

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *